Uscita didattica a Palermo

Referente: Serio Laura

Insegnanti coinvolte:  Falconieri Luigina, Laguardia Emanuela, Cettina Corrado

Classi coinvolte: IV e V della scuola primaria S. Domenico Savio

Contenuti e finalità generali

L’uscita didattica nel capoluogo siciliano  nasce dalla necessità di approfondire le conoscenze curricolarile tematiche presentate in classe trasversalmente nelle ore di religione e in quelle di arte e immagine:

  • Individuare significative espressioni d’arte cristiana per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli.

  • Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa Cattolica sin dalle origini e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane evidenziando le prospettive del cammino ecumenico.

  • Il Cristianesimo nell’arte: simboli e affreschi, vangelo in miniatura, sommario della fede cristiana.

  • L’arte cristiana e bizantina: le icone, gli stili architettonici (romanico, Gotico, Rinascimentale, Barocco).

  • Sensibilizzare sui temi del rispetto della memoria storica, della pace e della convivenza tra popoli.

  • Pervenire ad una mentalità più aperta verso altre esperienze e culture

  • Stimolare la curiosità di conoscere e il desiderio di apprendere

  • Sviluppare la capacità di valorizzare il proprio patrimonio culturale attraverso il confronto con le analogie e le differenze con altri

Si propone di far conoscere, agli alunni, il patrimonio culturale, artistico e ambientale della città di Palermo, visitando alcune chiese per mostrare dal vivo e far approfondire l’attività didattica svolta.  Si ritiene , infatti, che attraverso un approccio più diretto con aspetti della cultura, possa aumentare in generale, nei ragazzi,  la motivazione ad apprendere, creando situazioni di apprendimento a misura di tutti.

Inoltre il momento della gita rappresenta sempre un’occasione di promozione della socializzazione, nel quale abituare i ragazzi ad essere più autonomi, in situazioni di vita reale anche diverse dalla loro quotidianità. 

La nostra gita

Città greca e romana, capitale araba, terra di conquista per normanni, svevi, francesi e spagnoli. Palermo ha saputo, nei secoli, integrare culture provenienti da aree ben distinte che vedevano in Palermo uno strategico luogo di transito al centro del Mediterraneo. La sua storia millenaria le ha regalato un notevole patrimonio artistico ed architettonico che spazia dai resti delle mura puniche a ville in stile liberty, passando dalle residenze in stile arabo-normanno, alle chiese barocche ed ai teatri neoclassici. Soprattutto è l’impronta arabo-normanna che rende Palermo una città speciale.

Il nostro viaggio alla scoperta dei tesori della città parte dalla Cattedrale indubbiamente il luogo storico-architettonico più affascinante; composta da diversi stili, fu anche trasformata in moschea quando i Saraceni invasero Palermo. E’ di una bellezza disarmante per la perfetta integrazione di stili architettonici, espressione di culture tanto diverse.

Una breve passeggiata ci ha fatto ammirare la neoclassica fontana Pretoria e ci ha condotti a Piazza Bellini dove abbiamo visto Chiesa di San Cataldo e Chiesa Martorana. Quest’ultima, chiamata anche San Nicolò dei Greci, è una delle più affascinanti chiese bizantine del Medioevo in Italia.

Abbiamo ripreso il nostro pullman e ci siamo diretti a Monreale che si trova sulle colline dietro Palermo, in bella panoramica sulla città.

A Monreale c’è un magnifico Duomo normanna, patrimonio dell’UNESCO ed il chiostro benedettino.

Entrando abbiamo ammirato  i bellissimi mosaici bizantini e ci siamo seduti i ad osservare il Cristo Pantocratore nell’abside.

Tornati a Palermo siamo andati al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. Infine per concludere in bellezza la nostra giornata abbiamo fatto un giro panoramico della città ammirando i Quattro Canti, Piazza Pretoria, il Teatro Massimo, Corso Ruggero, Piazza Marina e la zona del porto.

Arriviamo in albergo stanchi ma soddisfatti della bella giornata.

Il secondo giorno alle 9:30 abbiamo appuntamento con la nostra guida al Palazzo dei Normanno dove visiteremo la Cappella Palatina.

Essa è l’esempio più elevato dal punto di vista storico-artistico, della convivenza tra culture, religioni e modi di pensare apparentemente inconciliabili, poiché furono coinvolte dalla sapiente gestione del potere di Ruggiero II, maestranze bizantine, musulmane e latine.

Dopo un giro panoramico tra le splendide ville stile liberty di Mondello ci rechiamo alla Palazzina Cinese è un'antica dimora reale dei Borbone di Napoli, situata a Palermo a margine del Parco della Favorita, ai confini della Riserva di Monte Pellegrino. Fuori dal tempo e dallo spazio, è un gioiello imperdibile.

La nostra gita si è conclusa e siamo pronti a tornare a Lipari con la consapevolezza che è impossibile non restare affascinati da questa città innegabilmente splendida.